Intervista a Chiara D'Amico - Produttrice televisiva di Vietri

1. Siamo curiosi di sapere come si vive in un luogo meraviglioso come la Costiera Amalfitana. Ci racconti chi sei, che lavoro fai, com’è la vita a Vietri e dintorni?

Questa è una terra divina, magica. Io vivo raccontando la magia della mia terra. Sono Chiara, una produttrice televisiva e multimediale, ho creato una società che realizza programmi televisivi e documentari sulla Costiera Amalfitana. Tutti i giorni cerco di descrivere con foto e video un pezzettino di questa terra, i sapori, le tradizioni, la storia, i fatti quotidiani. Quindi, per rendere l’idea, di professione, vivo la magia.

Mi considero anche molto fortunata, perché sono nata e lavoro a Vietri sul Mare, uno dei borghi più particolari della Costiera. Vietri è una cittadina di 10 mila abitanti che ha l’animo e le caratteristiche del piccolo paese, ma è in una posizione strategica a pochi chilometri da Salerno e da Cava de’ Tirreni, due città belle e molto vive. In 45 minuti con l’autostrada si arriva a Napoli, e siamo vicinissimi a Pompei e alle colline del Cilento.

Ma nonstante la vicinanza alle grandi città, Vietri sul Mare rimane uno dei borghi della Costiera Amalfitana, con i sapori, i profumi, le tradizioni tipiche della Divina Costiera. Abbiamo il vantaggio della tranquillità, ma siamo a due passi da città ricche di stimoli. Io mi godo tutto questo, il paese, le città, ma anche la bicicletta e il trekking sui sentieri, e poi la spiaggia … e anche i dolci al limone.

2. Cosa fai quando non lavori? Come si divertono i giovani a Vietri quando escono con gli amici? E gli anziani, hanno spazi di svago?

Quando non lavoro vivo la Costiera. Giro molto anche in bicicletta, pratico il triathlon e faccio lunghe passeggiate sulle montagne.

I giovani di Vietri hanno la fortuna di vivere in questa particolare condizione: da una parte i vantaggi di una vita di paese dove si stringono vere relazioni, ma dall’altra la possibilità di avere a portata di mano grandi centri per il divertimento, dove trovano impianti sportivi e discoteche, cineforum ma anche la movida.

Gli anziani dal canto loro hanno già vissuto tutto questo e oggi hanno la fortuna di abitare in un paese che è una collettività, che non lascia indietro nessuno, con persone che si aiutano. Hanno i loro circoli e ritrovi, e diverse associazioni sia laiche che religiose che propongono attività. Questo per gli anziani residenti. Ai turisti anziani dico di venire a visitare Vietri in primavera o in autunno, quando c’è meno folla e la vita in Costiera è più rilassata: abbiamo luoghi d’arte e bellissimi paesaggi naturali da scoprire.

3. Facciamo un gioco. Chiudi gli occhi. Pensa per un istante a Vietri e rispondi senza riflettere: quale immagine ti passa per la mente? Quali colori? Quali suoni? Quali odori?

Immagini. I due fratelli, gli scogli a pochi metri dalla riva della Marina. Rappresentano l’animo di Vietri, delle persone che qui vivono. Sono tante le leggende che si raccontano, ma a parer mio la più vera è quella dei due pastori che cercando di salvare una ragazza dalla furia del mare perirono nel tentativo, l’uno dopo l’altro. La ragazza era in realtà una Sirena e così il Dio del mare, riconoscendo il valore dei due pastori, li trasformò in due scogli circondati da rocce più piccole, le pecore del loro gregge. Queste sono le persone di Vietri, cuore, passione e altruismo.

Colori. Principalmente tre: blu cobalto, giallo e verde ramino. Il primo è il colore del mare e delle ceramiche. Il giallo è il colore dei limoni, lo sfusato amalfitano. Il terzo, il verde ramino, è il colore delle maioliche che si trovano in ogni angolo di Vietri e della Costiera.

Suoni. La melodia del mare non ha eguali, sia quando è calmo, sia quando è in tempesta. Ma altri suoni imperdibili sono quelli delle canzoni popolari, delle serate di festa quando si balla al ritmo della Tammorra.

Odori. L’odore dei limoni che pervade tutta la vita, dal profumo della campagna a quello delle cucine dove si preparano dolci al limone.

4. Se per cause di forza maggiore un giorno fossi costretta ad abbandonare la tua terra, il tuo paese, di cosa sentiresti maggiormente la mancanza e perché?

Sentirei la mancanza della vita di paese, del borgo, della comunità dove tutti si conoscono e si aiutano. Mi mancherebbero i sorrisi delle persone quando vado in giro, le chiacchiere, i racconti delle vite delle famiglie. Certo a qualcuno tutta questa familiarità può sembrare invadente, ma invece è segno di un collettivo, di un senso di comunità che dà forza al singolo e non lo fa mai sentire solo. Io lavoro con le istituzioni locali, con associazioni che si occupano di bambini e anziani, percepisco in maniera molto forte questo senso di comunità che pervade le persone e la loro vita.

5. La Costiera Amalfitana è una delle località turistiche più ricercate durante la stagione estiva. Siamo curiosi di sapere com’è la Costiera d’inverno? Come si vive a Vietri e in Costiera durante la stagione invernale?

Secondo me in inverno la Costiera è la vera Costiera. Tutto diventa più intimo, i borghi sono come preziose bomboniere chiuse in se stesse. In inverno regnano il silenzio e la calma, ma mai un senso di angoscia. Il mare aiuta molto a rendere sempre viva la Costiera, nel dare alle persone uno spazio aperto dove allontanare i cattivi pensieri. Di sera, anche in inverno, per le strade e lungo le passeggiate c’è sempre qualcuno con cui scambiare due parole, ci sono le luci che al crepuscolo fanno sembrare la Costiera un lunghissimo Presepe. Inoltre Vietri in inverno è molto più viva che altre città della Costa d’Amalfi. Positano e Amalfi sono luoghi molto più turistici, ma questo significa che in inverno si spengono prima la sera. Vietri è una città turistica, ma anche con tanti artigiani e piccole attività imprenditoriali, quindi molto viva durante tutto l’anno.

6. Se fossi un viaggiatore che cosa NON dovresti perderti, fuori dai classici tour della Costiera Amalfitana e di Vietri e dintorni?

Uno dei momenti più belli della giornata è al tramonto, quando il sole cala in fondo a Positano. Il giorno e la notte sono bellissimi, ma sono un’altra cosa. La magia della Costiera è alla sera, quando cala il sole e iniziano ad accendersi le luci sulle strade e nei paesi. Purtroppo in quel momento spesso i turisti si stanno preparando per la sera o sono a cena e quindi si perdono il momento magico della trasformazione della Costiera, quando il bianco dei paesi e il verde delle colline diventano un colore unico punteggiato di stelle, delle luci delle case, delle vie e delle piazze.

Sicuramente consiglierei anche di andare oltre i paesi e i borghi, verso le montagne, sui sentieri della Valle delle Ferriere, il sentiero degli Dei e quello Amalfitano. E poi ancora di non perdersi assolutamente i centri più piccoli della Divina, luoghi incantevoli come Cetara e Maiori e le bellissime passeggiate in riva al mare.

7. La Costiera è famosa per i suoi prodotti artigianali. Secondo te quali di questi sono i più rappresentativi della tua terra?

Indubbiamente le ceramiche di Vietri, che ormai si trovano in tutta la Costiera. Ma non solo negli oggetti e nelle suppellettili: le ceramiche sono ovunque, fin sulle cupole delle chiese, nelle insegne dei negozi, sulle pareti interne ed esterne delle case e delle ville della Costiera Amalfitana.

Anche i limoni sono da considerarsi un prodotto artigianale, perché sono parte integrante della vita e dell’economia della Costiera. Il limone è alla base di liquori e dolci conosciuti in tutto il mondo, che esportiamo quotidianamente. E poi come non pensare allo Spumone Vietrese, quel gelato al limone a forma di cupola, che preparano solo al secolare Bar Centrale nel centro storico di Vietri sul Mare.

Impossibile non citare la Moda di Positano, la carta di Amalfi e i coralli di Ravello, ma io non dimentico neanche le alici di Cetara, le melanzane al cioccolato di Maiori, la parmigiana alle melanzane della mia nonna. E naturalmente i vini della Costa di Amalfi, i vini di Tramonti, le pregiate vigne di Marisa Cuomo e della tenuta di San Franceso solo per fare due esempi.

8. Quando decidi di mangiare fuori casa hai un ristorante preferito? Come si chiama? Quali sono le prelibatezze che ordini di solito? Con quale vino le accompagni?

Io mangio bene ovunque, in tutti i ristoranti e le trattorie della Costiera. I locali in cui mi capita di andare più frequentemente sono sulla via Costiera qui a Vietri. Specialità: pesce freschissimo del giorno, ma anche ottime pizze per pranzi o cene più veloci. Sono locali antichi che hanno mantenuto un ambiente rustico, ma molto accogliente. Una cosa molto bella è che in tante trattorie e ristoranti della Costiera servono i cibi in piatti fatti con ceramiche di Vietri.

9. Riesci a pensare ad un’opera, ad una frase ‘celebre’, oppure un libro, una canzone o un film, che possa catturare la vera anima della Divina Costiera? Ci dici perché?

Potrà sembrare un po’ strano, ma sono rimasta molto colpita delle prime due edizioni della Fiction televisiva Capri. In realtà è stata girata interamente a Vietri, abbiamo avuto per mesi le troupe televisive ospiti dei nostri alberghi e ristoranti. Villa Isabella in cui si gira gran parte della fiction, è in realtà Villa Guariglia che si trova a Raito, alle spalle della Marina di Vietri. Mi è piaciuta molto perché ritrovavo il mio paese, le persone del borgo, i nostri commercianti, le nostre spiagge e i vicoli.

10. Raccontaci della tua esperienza digitale. Come è nata, come mai hai deciso di ritagliarti anche tu uno spazio nel web e come si sta sviluppando.

Dopo la Laurea in Scienze della Comunicazione e la Laurea Specialistica in Scienze dello Spettacolo e della Produzione Multimediale ho iniziato a lavorare con tutte le tecnologie digitali. Questo perché volevo ‘professionalizzare’ la mia attività e trovare tanti canali per fare comunicazione. Con la mia società, Workin’ Video, realizzo programmi Tv, racconto storie e testimonianze della mia terra, ma anche video guide turistiche multilingue in collaborazione con esperti e storici che vivono in Costiera Amalfitana. Le guide sono ormai un must della mia produzione, le App di Positano sono molto apprezzate e scaricate. Internet è un mezzo favoloso per raccontare storie, ma anche per proporre contenuti creati per la televisione o la radio. Sono stata tra i primi, otto anni fa, a riproporre i programmi tv sul sito e, grazie alle emittenti campane Lira TV e Telereporter, i miei programmi arrivano anche nelle case dei miei concittadini.

© Copyright - Cookie Policy - That's Amalfi!